Blog: http://terzostato.ilcannocchiale.it

Cose che succedono

Beh, sono cose che succedono. Non posso mica prendermela con nessuno. L'impiegato allo sportello mi dice che è così, è così. Basta, finiamola qui. Piuttosto, quel giorno che ho fatto testacoda con la macchina (che aveva soli 5 anni di vita e il cui bollo avevo provveduto a pagare tre giorni prima) che sembravo Maurizio Merli (due settimane fa, NdR) e ho distrutto lei e io sono rimasto illeso, devo pubblicamente ringraziare la solerzia dei Vigili Urbani di Bitetto, piccolo centro in provincia di Bari, nei cui pressi ho la disgrazia di vivere. Dopo essersi accertati che fossi rimasto tutto d'un pezzo, l'auto completamente distrutta, mi fanno la multa per danneggiamento di proprietà pubblica (sarebbe il guard-rail). Mio fratello, che mi accompagna, abbozza una protesta. "Ma è stato un incidente, mio fratello ha rischiato di morire, non lo ha fatto apposta a incrinare il guard-rail". "Si metta nei panni della collettività, non è giusto che paghi lei (la collettività) una cosa che ha danneggiato suo fratello." "Sì, ma mi sembra assurdo... ha fatto un incidente..." A questo punto il salto di qualità da vigile urbano a giudice è breve, per il nostro solerte funzionario. "Il Codice della Strada non ammette differenze fra colpa e dolo: per qualsiasi motivo, dobbiamo fare il verbale." Intervengo io. "Sarebbe stato meglio che mi fossi schiantato contro un albero, la collettività non avrebbe avuto nulla da ridire ed io adesso sarei morto." Ora il tono del funzionario si fa più conciliante. "Ma in fondo paga la sua assicurazione, lei paga soltanto 39 euro di verbale." Avrei voluto chiedergli, con questo verbale, quando l'Ente Pubblico proprietario di quella strada su cui sono morte decine di ragazzi (la Provincia, NdR) si farà vivo per riscuotere dalla mia assicurazione, quest'ultima, con la quale nel frattempo avrò annullato il contratto per rottamazione del mezzo, su chi si rivarrà? Ci penserò il giorno in cui questo accadrà, col mio avvocato. Per adesso, il verbale era di 39 euro, e l'eventuale contributo unificato per il ricorso ne costa 37. Sono cose che succedono. Non posso mica prendermela con nessuno. L'impiegata allo sportello mi dice che è così, è così. Basta, finiamola qui.

Pubblicato il 26/5/2012 alle 18.50 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web